Pubblicati da

Ricerca scientifica: al via il Progetto ICOD

Il progetto europeo ICOD è pronto a partire: il primo progetto finanziato dalla Comunità Europea (H2020-EU.3.1.3.) per studiare un innovativo approccio farmacologico al trattamento dei deficit cognitivi nella Sindrome di Down.    La Sindrome di Down (SD) è la più comune forma di disabilità intellettiva su base genetica. Si stima che oltre un milione di persone in Europa e negli USA abbia questa sindrome e la sua prevalenza è aumentata negli ultimi dieci anni. Grazie ai progressi in campo medico e sociale, le aspettative di vita degli individui con DS sono notevolmente aumentate, molti di loro infatti raggiungono l’età di 60 – 70 anni. La SD è caratterizzata dalla presenza […]

DIDATTICA IN PRESENZA E ZONE ROSSE: COORDOWN APRE UN TAVOLO DI CONFRONTO CON L’ANP – Associazione Nazionale Presidi

Il 12 marzo 2021 è stata emanata la nota 662 del Ministero dell’Istruzione (scarica il documento) in riferimento all’attività didattica in presenza per gli alunni con bisogni educativi speciali e per gli alunni con disabilità nelle cosiddette “zone rosse”. Anche in virtù del principio dell’autonomia scolastica che deve essere costituzionalmente garantito con riferimento al dPR 275/1999 citato nella stessa nota, a livello nazionale sono state registrate problematiche gestionali diverse a seconda dell’organizzazione e della flessibilità dei vari istituti scolastici territoriali, che hanno generato delle disparità di trattamento.   CoorDown, al fine di trovare una soluzione il più equa e inclusiva possibile, ha deciso aprire un tavolo di confronto con l’ANP (Associazione Nazionale […]

STING INTERPRETA “THE HIRING CHAIN”

21 MARZO 2021 – GIORNATA MONDIALE SULLA SINDROME DI DOWN L’artista, 17 volte vincitore del Grammy Award, presta la sua voce alla campagna che invita i datori di lavoro a essere più inclusivi  Giovani donne e uomini con sindrome di Down mostrano il valore del lavoro per tutti GUARDA IL VIDEO  www.hiringchain.org Per il World Down Syndrome Day 2021, CoorDown presenta THE HIRING CHAIN, la campagna di sensibilizzazione internazionale realizzata in collaborazione con l’agenzia SMALL di New York e grazie al supporto di LinkedIn. In occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, domenica 21 marzo 2021, CoorDown – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down – lancia […]

Il Comitato #NoEsonero incontra il Ministro per le disabilità Erika Stefani

“SUBITO MODIFICHE AL D.I.182/2020 SUL NUOVO PEI, COSÌ COME INDICATO NEL RICORSO AL TAR PRESENTATO L’8 MARZO” CoorDown insieme ai delegati del Comitato #NoEsonero, in rappresentanza di 150 associazioni del mondo della disabilità, ha incontrato stamattina il Ministro per le disabilità Erika Stefani. Nell’incontro sono state consegnate le 50mila firme raccolte con la petizione online su Change.org che chiede modifiche puntuali al D.I. 182/2020 e ai nuovi modelli di PEI. I punti critici del Decreto indicati dal Comitato #NoEsonero sono alla base del testo del ricorso presentato al Tar l’8 marzo da CoorDown. Il Comitato #NoEsonero con i suoi delegati ha portato all’attenzione del Ministro Stefani le criticità del provvedimento […]

Partecipa al Convegno Online!

“INCLUSIONE SCOLASTICA e DISABILITA’ INTELLETTIVA: in che direzione andiamo?” E’ questo il tema del Convegno Online promosso da CoorDown insieme all’organizzazione di Convegno Sindrome di Down, Associazione Down Dadi e patrocinato dall’Università degli Studi di Padova.   Appuntamento sabato 13 marzo 2021, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, sulla piattaforma ZOOM. La partecipazione è libera, fino ad esaurimento posti.   La scuola. Il luogo per eccellenza di chi semina e di chi raccoglie. Cosa accade però quando chi raccoglie ha una disabilità intellettiva? Si è passati dall’integrazione degli alunni disabili nelle scuole all’idea di inclusione per tutti gli alunni. Ma in che modo questi concetti etici ed ideali si traducono concretamente per gli alunni con […]

Le ragioni del nostro dissenso: come e perché CoorDown si è mobilitata contro il Decreto PEI

Si è appena conclusa la settimana di mobilitazione che il Comitato #NoEsonero ha organizzato per protestare contro il Decreto Interministeriale 182/2020 e riteniamo utile ripercorrere brevemente le tappe che hanno portato CoorDown e le altre associazioni a promuovere tali iniziative.   Il motivo per cui pensiamo sia importante farlo è legato principalmente allo stupore e all’amarezza per le accuse infondate ricevute sui social network e attraverso comunicazioni pubbliche che, seppure non rivolte direttamente a CoorDown erano chiaramente riconducibili al suo operato all’interno del Comitato.   Non è nostra intenzione, come è stato in più occasioni affermato, confondere o tantomeno sobillare nessuno: riteniamo tutte le persone siano in grado di capire, […]

Flashmob virtuale, raccolta firme e campagna social per una scuola davvero inclusiva

AL VIA LA MOBILITAZIONE CONTRO IL NUOVO DECRETO PEI: ASSOCIAZIONI, STUDENTI, FAMIGLIE, INSEGNANTI E EDUCATORI SI UNISCONO PER CHIEDERE MODIFICHE AL D.I.182/2020 CoorDown insieme a numerose associazioni, gruppi di studenti e genitori, insegnanti di sostegno ed educatori lancia un’iniziativa di protesta per manifestare al Ministero dell’Istruzione l’unanime dissenso sul D.I. 182/2020 e i nuovi modelli di PEI. Una grande mobilitazione online che punta a dar voce alle migliaia di persone che chiedono modifiche concrete al nuovo Decreto PEI per garantire il diritto ad una scuola davvero inclusiva per gli alunni con disabilità. Raccolta Firme. A partire da oggi è possibile firmare su Change.org una petizione online con il duplice obiettivo […]

#NoEsonero – Partecipa alla mobilitazione contro il nuovo Decreto PEI

CoorDown insieme a tantissime associazioni che si occupano di disabilità ha dato il via alla campagna social #NOESONERO – L’inclusione non si fa fuori! con l’obiettivo di manifestare il proprio dissenso verso il DI 182/2020 che prevede per il prossimo anno scolastico l’adozione del nuovo modello di PEI e stabilisce le modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno. Una grande mobilitazione online che punta a dar voce alle migliaia di persone che chiedono, al fine di garantire il diritto ad una scuola davvero inclusiva per gli alunni con disabilità, modifiche concrete al nuovo Decreto PEI su diversi punti critici che abbiamo raccolto qui Un’iniziativa di protesta che è iniziata con […]

DECRETO NUOVO PEI. CoorDown si mobilita e si oppone al Decreto: è un allarmante passo indietro. Cosa resterà della vera inclusione?

Il Decreto Interministeriale n.182 del 29 dicembre 2020, emanato congiuntamente da Ministero dell’Istruzione e Ministero dell’Economia e delle Finanze, dà il via all’adozione del nuovo modello di PEI (piano educativo individualizzato dell’alunno/studente con disabilità) e stabilisce le modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno per gli studenti con disabilità. Il 13 gennaio il documento è stato pubblicato e diffuso a tutti gli istituti scolastici e sarà in vigore dal prossimo anno scolastico. CoorDown, in base alle Linee guida e bozze di PEI visionate, aveva già espresso dissenso sulle scelte indicate scrivendo alle massime cariche dello Stato, chiedendo audizione in merito e proponendo modifiche. Oggi, purtroppo i timori espressi hanno trovato riscontro […]

Scuola, la lettera al Governo e al Presidente della Repubblica: “No alla modifica del GLO e del PEI, le famiglie sono fondamentali nel processo di inclusione scolastica”

CoorDown ha inviato una lettera al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e alla Ministra della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina per esprimere il proprio dissenso in merito alla volontà espressa dal MIUR di modificare il GLO Gruppo di Lavoro Operativo per l’Inclusione da gruppo di lavoro a organo collegiale chiamato ad esprimersi attraverso un voto.   LEGGI E SCARICA LA LETTERA INVIATA   Nella lettera CoorDown, a nome delle famiglie e delle Associazioni che rappresenta, chiede di modificare anche il nuovo modello di PEI (piano educativo individualizzato dell’alunno/studente con disabilità) proposto dal MIUR, perché tale documento non sarebbe più il frutto di una elaborazione collettiva […]