I trattamenti osteopatici possono essere indicati per i bambini e i ragazzi con sindrome di Down sia come forma preventiva, nel caso di patologie per le quali essi sono predisposti, sia come supporto verso alcune complicazioni che possono accompagnare la sindrome, quali ad esempio:
problemi all’apparato rino-faringeo, apnee notturne, sordità,
malattie cardio-vascolari,
disfunzioni ormonali, ritardo psicomotorio,
problemi posturali,
disturbi dell’attenzione,
ipercinetismo, autismo.
Il trattamento osteopatico può portare in alcuni casi a ottimi risultati sul piano della salute e dello sviluppo ed è un efficace approccio corporeo per i bambini e i ragazzi con sindrome di Down, capace di sollecitare la fiducia nel contatto, il rilassamento profondo e una comunicazione psico-corporea  straordinaria.
 I bambini e i ragazzi accettano i trattamenti nella maggior parte dei casi molto volentieri e, anche nel caso di difficoltà iniziali, il tempo e la costanza dei trattamenti hanno dato ottimi risultati.
I trattamenti osteopatici non sostituiscono le necessarie terapie mediche, ma sono di supporto, per cui l’osteopata lavora in collaborazione con i medici che seguono il paziente: pediatri, ortopedici, dentisti, oculisti, neuropsichiatri .