Il progetto è sviluppato in collaborazione con la Fondazione Angeli del Bello e vede la collaborazione tra persone normodotate e 6-7 giovani adulti con sindrome di Down, affiancati da 2 operatori.
Fanno parte del progetto un’attività pratica in giardino e un percorso di sostegno che si svolge direttamente in sede, con l’ausilio degli psicologi e del personale specializzato che lavora all’interno dell’Associazione, in una sorta di percorso formativo.
In particolare, i ragazzi di Trisomia 21 Onlus nel 2013 hanno collaborato con i giardinieri del Comune di Firenze al Giardino dell’Iris e al Giardino delle Rose: lavorare all’aria aperta in un bel giardino è stata un’occasione per poter uscire ed avere così un appuntamento fisso e ricorrente, che ha anche consentito di intraprendere e misurare la crescita della propria autonomia. Alcuni dei ragazzi coinvolti hanno acquisito maggiore autostima, riducendo anche la dosi di farmaci assunti.
Rispettando le individualità di ogni utente, gli obiettivi generali del progetto sono:

  • acquisire gli aspetti dell’identità legati alla sfera lavorativa, in relazione al livello di sviluppo e ai percorsi compiuti (rispetto delle regole, assunzione di comportamenti adeguati al contesto, motivazione al lavoro, impegno per il raggiungimento di un obiettivo a breve o lungo termine, capacità di collaborare rispettando i tempi e le esigenze altrui, capacità di mantenere l’attenzione centrata sul compito, assunzione delle responsabilità della mansione affidata)
  • incrementare le competenze nella sfera della socializzazione ed integrazione
  • creare nuove opportunità di interazione con figure differenti per età e ruolo (giardinieri, studenti, colleghi, eventuale pubblico, volontari) per diminuire il rischio di isolamento sociale
  • acquisire minime competenze necessarie a svolgere alcune mansioni di giardiniere.

Il percorso di ogni beneficiario e il raggiungimento degli obiettivi, vengono monitorati con incontri d’equipe e supervisione esterna da parte del nostro neuropsichiatra di riferimento.