Lo sapevi che noi ragazzi con sindrome di Down siamo come tutti i nostri coetanei? Desideriamo stringere amicizie, sviluppare relazioni, condividere esperienze. Siamo consapevoli di avere più difficoltà, ma ci impegniamo e lavoriamo per superarle, e aspiriamo come tutti a essere attivi e integrati nel nostro contesto di vita.

Frenati da paure e pregiudizi, troppe volte i nostri coetanei non considerano di poter allacciare con noi una relazione, né tanto meno un’amicizia. Tutto ciò porta a escluderci, rendendo difficile la nostra integrazione e il nostro progresso nelle autonomie.

Con la nostra associazione Trisomia 21 onlus abbiamo ideato il progetto Murales contro muro, per superare il muro del pregiudizio e diffondere il nostro messaggio di inclusione.

Lavoreremo insieme a un gruppo di ragazzi normodotati, con un obiettivo comune: realizzare, allo Stadio di Atletica Luigi Ridolfi, il murales dell’inclusione. Il muro da dipingere ce lo ha destinato il Comune di Firenze, e alcuni docenti e studenti dell’Accademia di belle Arti ci daranno il loro supporto tecnico.

Come vedi il progetto è già partito e va concluso a maggio, manchi solo tu!

Con il tuo contributo anche tu farai parte di quest’iniziativa di inclusione e sensibilizzazione, e se vorrai potrai mettere la tua firma sul muro, insieme a noi. Unisciti a noi per diffondere e sostenere il nostro messaggio di inclusione, fai una donazione e coinvolgi i tuoi amici!